"Servizi professionali, vicino a te."

Un punto di riferimento per le aziende del Nord d’Italia che hanno come obiettivo la crescita. Imprenditori con una visione a lungo termine ai quali offrire un’assistenza che li sollevi dalla quotidianità della gestione aziendale fatta da adempimenti e burocrazia che tolgono linfa e forza alla spinta imprenditoriale. I nostri servizi sono orientati ad affiancare l’azienda nella quotidianità affrontando insieme tutti gli aspetti più “noiosi” del fare impresa in Italia.
Grazie al coinvolgimento di professionisti per ogni ambito di sbocco, la nostra Associazione diventa un punto di riferimento importante con l’indiscusso vantaggio di unificare in un’unica sede moltissime competenze.

Centralizzare tutti i servizi significa innanzitutto ottenere un immediato risparmio di tempo che nel mondo aziendale si trasforma in risparmio economico. La certezza di poter delegare ed esternalizzare presso un unico fornitore servizi che richiedono tempo e risorse che potrebbero essere più redditizie se applicate al core business della vostra azienda.

Sedi A.L.IM.:

l’Associazione è presente nelle seguenti regioni: Lombardia, Veneto e Piemonte. A fianco trovate tutti i recapiti per contattare velocemente la sede a voi più vicina.

NEWS&EVENTI
Alim - Associazione Liberi Imprenditori

Notiziario | Contabile, Fiscale, Lavoro e Previdenza

servizi2.seac.it - SeacInfo

SeacInfo Seac Spa

17/10/2017 - Livorno e provincia: sospensione degli adempimenti per calamità naturali (ma non per i sostituti d'imposta)

SeacInfo Amministrazione del personale
Livorno e provincia: sospensione degli adempimenti per calamità naturali (ma non per i sostituti d'imposta)
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 242 del 16 ottobre 2017, il Decreto Legge n. 148 del 16 ottobre 2017, recante 'Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili'.L'articolo 2 del DL n. 148/2017 dispone la sospensione dei termini per l'adempimento degli obblighi tributari e contributivi per coloro che, alla data del 9 settembre 2017, avevano la residenza ovvero la sede legale/operativa nel territorio dei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e di Collesalvetti (provincia di Livorno).La sospensione non si applica, tuttavia, alle ritenute che devono essere operate e versate dai sostituti d'imposta.

17/10/2017 - Al giudice del lavoro e non a quello fallimentare le richieste di reintegra e risarcimento

SeacInfo Amministrazione del personale
Al giudice del lavoro e non a quello fallimentare le richieste di reintegra e risarcimento
Con la Sentenza n. 24363 del 16 ottobre 2017 la Corte di Cassazione entra nel merito di quale sia la sede giudiziale appropriata per la richiesta di reintegra e relativo risarcimento in caso di fallimento del datore di lavoro.Nello specifico la Suprema Corte ha sentenziato che la reintegra sul posto di lavoro e il risarcimento da articolo 18 dello 'Statuto dei Lavoratori' non può essere chiesto al giudice fallimentare dal lavoratore insinuatosi nel passivo del ddl fallito: tali richieste vanno formulate in separata sede al giudice del lavoro.

17/10/2017 - Le dichiarazioni rese agli ispettori non sono sufficienti a qualificare il rapporto come subordinato

SeacInfo Amministrazione del personale
Le dichiarazioni rese agli ispettori non sono sufficienti a qualificare il rapporto come subordinato
Con la Sentenza n. 24360 pubblicata il 16 ottobre 2017, la Corte di Cassazione ha stabilito che le dichiarazioni rese agli ispettori del lavoro da parte degli aderenti all'associazione non sono di per sé sufficienti a giustificare la riconduzione alla natura subordinata del rapporto che intercorre tra gli stessi soggetti e l'associazione che si occupa di trasporto di infermi.Nel caso in specie, un'associazione impiega alcuni aderenti, mediante un rapporto di volontariato, nelle operazioni di trasporto degli infermi, sulla base delle indicazioni del servizio sanitario nazionale. Sbaglia il giudice di seconde cure a trascurare alcune prove portate dall'associazione, e non consente a questa di dimostrare la natura volontaria delle prestazioni. D'altro canto, alcuni elementi fanno propendere verso un rapporto di lavoro vero e proprio, come i compensi corrisposti sotto forma di rimborso spese e gli orari a turni. I giudici della Suprema Corte, pertanto, accolgono il ricorso dell'associazione e rinviano al giudice del rinvio.

leggi tutte le notizie