"Servizi professionali, vicino a te."

Un punto di riferimento per le aziende del Nord d’Italia che hanno come obiettivo la crescita. Imprenditori con una visione a lungo termine ai quali offrire un’assistenza che li sollevi dalla quotidianità della gestione aziendale fatta da adempimenti e burocrazia che tolgono linfa e forza alla spinta imprenditoriale. I nostri servizi sono orientati ad affiancare l’azienda nella quotidianità affrontando insieme tutti gli aspetti più “noiosi” del fare impresa in Italia.
Grazie al coinvolgimento di professionisti per ogni ambito di sbocco, la nostra Associazione diventa un punto di riferimento importante con l’indiscusso vantaggio di unificare in un’unica sede moltissime competenze.

Centralizzare tutti i servizi significa innanzitutto ottenere un immediato risparmio di tempo che nel mondo aziendale si trasforma in risparmio economico. La certezza di poter delegare ed esternalizzare presso un unico fornitore servizi che richiedono tempo e risorse che potrebbero essere più redditizie se applicate al core business della vostra azienda.

Sedi A.L.IM.:

l’Associazione è presente nelle seguenti regioni: Lombardia, Veneto e Piemonte. A fianco trovate tutti i recapiti per contattare velocemente la sede a voi più vicina.

NEWS&EVENTI
Alim - Associazione Liberi Imprenditori

Notiziario | Contabile, Fiscale, Lavoro e Previdenza

servizi2.seac.it - SeacInfo

SeacInfo Seac Spa

22/6/2017 - Comunicazioni debitorie per i Co.co.co nel 'Cassetto Committente Gestione Separata'

SeacInfo Amministrazione del personale
Comunicazioni debitorie per i Co.co.co nel 'Cassetto Committente Gestione Separata'
L'INPS, con il Messaggio n. 2591 del 21 giugno 2017, informa di aver elaborato le situazioni debitorie delle aziende committenti che hanno denunciato, per l'anno 2016, il pagamento di compensi ai soggetti iscritti alla Gestione Separata.Le comunicazioni di anomalia, che si compongono di un testo fisso, del dettaglio della posizione debitoria e delle istruzioni per il pagamento, così riscontrate sono pubblicate nel 'Cassetto Committenti Gestione Separata'. Alle aziende interessate verrà inviato anche un messaggio di 'alert' all'indirizzo PEC/mail conosciuto dall'INPS.

22/6/2017 - In Gazzetta Ufficiale il c.d. 'Decreto Sud'

SeacInfo Fiscale
In Gazzetta Ufficiale il c.d. 'Decreto Sud'
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 20 giugno 2017, n. 141, il D.L. 20 giugno 2017, n. 91 (c.d. 'Decreto Sud'), contenente disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno.In particolare, le agevolazioni più importanti contenute nel decreto sono: il nuovo regime di aiuto 'Resto al Sud' rivolto ai giovani imprenditori che decidono di avviare un'attività propria;alcuni interventi finanziari a favore dei giovani agricoltori e la promozione delle filiere del Mezzogiorno;la creazione di una banca delle terre abbandonate o incolte, da dare in concessione a persone con età tra 18 e 40 anni, previa presentazione di un progetto di valorizzazione;l'istituzione delle Zone Economiche Speciali (ZES);la proroga di un mese per l'iperammortamento: la maggiorazione potrà essere fruita per gli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2017, ovvero entro il 31 luglio 2018, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

22/6/2017 - Contratto di rete agricola: Risoluzione

SeacInfo Fiscale
Contratto di rete agricola: Risoluzione
Con Risoluzione 21 giugno 2017, n. 75, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale, ai fini IVA e delle imposte dirette, del contratto di rete agricolo.In particolare, l'Agenzia ha precisato che l'acquisto a titolo originario della produzione agricola è subordinato al verificarsi delle seguenti condizioni:tutte le singole imprese devono svolgere attività agricole di base e le eventuali attività connesse, oltre ad essere prevalenti, devono essere legate alle prime da un rapporto di stretta complementarietà;la messa in comunione dei terreni è un fattore obbligatorio; la partecipazione al conseguimento del fine comune deve avvenire tramite l'apporto equivalente alla rete di ogni singola impresa, ossia attraverso la condivisione di mezzi umani e tecnici, proporzionati alla potenzialità del terreno messo in comune, con divieto di monetizzazione delle spettanze;la suddivisione della produzione tra le imprese deve essere proporzionata al valore del contributo che ciascuna di esse ha apportato alla realizzazione del prodotto comune;i prodotti oggetto di divisione non devono essere successivamente ceduti tra le imprese partecipanti alla rete, in quanto tale tipologia di rete è finalizzata alla sola produzione.Solamente in presenza delle sopraelencate condizioni, ai fini IVA, la ripartizione della produzione agricola tra le imprese partecipanti alla rete non produce effetti traslativi tra le imprese.Invece, ai fini delle imposte dirette, per determinare il reddito agrario da imputare a ciascuna impresa partecipante alla rete per la quota di propria spettanza, è necessario individuare un criterio di calcolo che tenga conto del reddito agrario di ogni terreno utilizzato per l'attività comune.

leggi tutte le notizie